Proroga Rottamazione-quater: dal 30 aprile al 30 giugno

La legge di Bilancio 2023 ha introdotto la rottamazione delle cartelle di pagamento e degli accertamenti esecutivi affidati all’Agente delle riscossioni dall’ 1.1.2000 al 30.06.2022. Per effetto di tale provvedimento si consente ai contribuenti di procedere all’estinzione dei debiti risultanti da tali carichi, anche in forma rateale, senza corrispondere le somme iscritte a titolo di interessi e sanzioni.

Proroga del termine

Con un comunicato stampa la Riscossione informa della proroga del termine per la presentazione delle domande per la rottamazione quater dal 30 aprile al 30 giugno.

Ci saranno, quindi, due mesi in più per presentare le dichiarazioni di adesione alla speciale procedura “Rottamazione-quater” delle cartelle prevista dalla legge di bilancio 2023 (articolo 1, commi da 231 a 252). 

Di conseguenza è differito al 30 settembre 2023 – termine precedente 30 giugno 2023 – il termine entro il quale l’Agenzia delle Entrate-Riscossione trasmetterà, ai soggetti che hanno presentato le suddette istanze di adesione, la comunicazione delle somme dovute per il perfezionamento della definizione agevolata. 

Infine, una prossima disposizione stabilirà che la scadenza per il pagamento della prima o unica rata, originariamente fissata al 31 luglio 2023, slitta al 31 ottobre 2023.

Vuoi approfondire?

Altri Articoli recenti

La gestione dei processi aziendali

In azienda la gestione dei processi è un elemento di fondamentale importanza per la crescita dell’organizzazione. La connessione di tutti i passaggi necessari alla creazione

CONTINUA