La rendicontazione di sostenibilità

Cosa si intende per rendicontazione di sostenibilità?

La rendicontazione di sostenibilità – Sustainability reporting – è l’insieme di tutte le attività di reportistica e rendicontazione sugli obiettivi ESG – Environmental, Social, Governance – che le aziende devono implementare per dimostrare agli stakeholders – tutti i soggetti interessati alla performance aziendale –  gli sviluppi e le evoluzioni nel tempo. E’ un processo che permette alle imprese di misurare, valutare e comunicare il vero impatto ambientale sociale ed economico attraverso una descrizione chiara e precisa degli obiettivi da raggiungere delle azioni intraprese e dei risultati ottenuti.

Perché l’Unione Europea incoraggia la rendicontazione di sostenibilità?

L’obiettivo della Commissione Europea, presieduta da Ursula von der Leyen, è quello di diffondere tra le Imprese, le Banche e le Assicurazioni gli obiettivi dell’Agenda 2030. Obiettivi di sviluppo sostenibile sottoscritti dai governi dei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite ed inquadrati in un programma di azioni rivolte all’ambiente, all’economia, al sociale ed alle istituzioni. L’Unione Europea è consapevole che il programma rivolto al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 non risolvono tutti i problemi su questi temi ma, saranno in grado di creare opportunità imprenditoriali per vivere in un mondo sostenibile dal punto di vista ambientale sociale ed economico. L’obiettivo strategico che l’Unione Europea si prefigge di ottenere a livello industriale è diventare leader nel settore della tecnologia a zero emissioni.

Quali strumenti l’Unione Europea intende utilizzare per raggiungere gli obiettivi?

Attraverso un pacchetto di iniziative strategiche – il cosiddetto Green Deal –  l’Unione Europea mira ad avviare gli stati europei alla transizione verde con un obiettivo fondamentale: la neutralità climatica entro il 2050.

Grazie all’adozione di un piano industriale dalla visione olistica, intersettoriale e dettagliata, composta da:

·         direttive e regolamenti di semplice applicazione;

·         accessi più rapidi e veloci ai finanziamenti;

·         miglioramento di competenze attraverso la formazione e l’innovazione;

·         commercio libero per catene di approvvigionamento resilienti;

l’Unione Europea intende premiare le aziende che hanno avviato o avvieranno un percorso di sostenibilità.

Quali sono i principi alla base di una buona rendicontazione?

La rendicontazione sostenibile si deve ispirare ai principi di:

·         completezza

·         equilibrio

·         comparabilità

·         affidabilità

L’obiettivo è di fornire una visione completa e accurata sulla performance aziendale in termini di sostenibilità. La rendicontazione deve rispettare il concetto di doppia materialità che significa:

·         misurare la rilevanza e l’impatto che le azioni sostenibili hanno sull’azienda;

·         misurare l’impatto che le azioni sostenibili dell’azienda hanno sul sistema che la circonda.

Come effettuare una rendicontazione di sostenibilità?

Preparare una rendicontazione di sostenibilità richiede un processo ben definito che coinvolge:

·         la governance;

·         un revisore esterno;

·         gli stakeholder.

La relazione deve contenere:

·         un’introduzione che spiega l’approccio dell’organizzazione alla sostenibilità;

·         una descrizione degli impatti ambientali, sociali ed economici dell’organizzazione;

·         una discussione sulla governance della sostenibilità;

·         una presentazione delle politiche strategiche e delle pratiche dell’organizzazione in materia di gestione dei rischi legati alla sostenibilità;

·         un quadro di riferimento di indicatori di performance.

Da cosa è composto il report?

Il report si compone di aree e livelli di reporting differenti:

4 aree di rendicontazione:

·         Governance

·         Strategia

·         Gestione degli impatti – rischi e opportunità

·         Obiettivi

3 livelli di reporting:

·         Informativa generale da applicare a tutte le società

·         Informazioni specifiche per settore

·         Informazioni specifiche per azienda

3 argomenti tematici: ESG

Environment – ambientale

·         E1 – Cambiamenti climatici

·         E2 – Inquinamento

·         E3 – Risorse idriche e marine

·         E4 – Biodiversità ed ecosistemi

·         E5 – Uso delle risorse ed economia circolare

Social – sociale

·         S1 – Forza lavoro propria

·         S2 – Lavoratori della catena del valore

·         S3 – Comunità interessate

·         S4 – Consumatori e utenti finali

Governance – gestione aziendale

·         G1 – Condotta aziendale

·         G2 – Governance, gestione del rischio e controllo interno

Perché effettuare la rendicontazione di sostenibilità?

Le Direttive emanate dall’Unione Europea hanno rivoluzionato la rendicontazione delle aziende. Queste ultime saranno classificate e valutate anche in relazione all’impatto che le scelte industriali e strategiche avranno sull’ambiente, sull’economia e sulla società che le circonda. Gli standard di rendicontazione applicati alle singole realtà aziendali dovranno poi essere applicati anche alla cosiddetta catena del valore. Ogni singolo fornitore che entra a far parte della catena di approvvigionamento dell’azienda viene chiamato a rendicontare sugli impatti che le scelte delle politiche aziendali hanno sui 3 diversi argomenti tematici: ESG – E- Environmental (ambiente) – S – Social (sociale) – G – Governance (team dirigenziale).

Vuoi approfondire?

Altri Articoli recenti

Versamento acconto Iva

Entro il 27 dicembre è necessario procedere al calcolo dell’acconto Iva e al relativo versamento. Il contribuente obbligato al versamento può utilizzare tre metodi indifferentemente:

CONTINUA