IMU: il 16 Giugno scade la prima rata

L’IMU è un’imposta patrimoniale calcolata sulla rendita catastale degli immobili posseduti. Entro il 16 Giugno i soggetti obbligati dovranno versare la prima rata in acconto.

Quando versare l’imposta? 

L’importo dell’imposta può essere versato in due rate:

  • 16 Giugno – 1 rata in acconto
  • 16 Dicembre – 2 rata saldo 

È consentito il versamento in un’unica soluzione entro il 16 giugno applicando le aliquote e le detrazioni dell’anno in corso.

Come effettuare il versamento ? 

Il versamento può essere effettuato utilizzando le seguenti modalità alternative:

  • modello F24
  • bollettino di conto corrente postale
  • piattaforma di cui all’art. 5 D.Lgs. 82/2005 (piattaforma PagoPA) e le altre modalità ivi previste

I soggetti passivi

  • il proprietario di immobili (solo se in piena proprietà, ossia per la quota non gravata da usufrutto)
  • l’usufruttuario (nel qual caso il titolare della nuda proprietà non deve versare)
  • il titolare del diritto d’uso
  • il titolare del diritto di abitazione: nel caso di decesso di uno dei due coniugi, con riferimento alla casa coniugale, pagherà il coniuge superstite. Con riferimento agli altri immobili di proprietà del defunto pagherà l’imposta ciascuno degli eredi in ragione delle proprie quote di spettanza
  • il titolare del diritto di enfiteusi
  • il titolare del diritto di superficie
  • il concessionario di aree demaniali
  • nel caso di immobile utilizzato in forza di contratto di leasing il soggetto passivo è l’utilizzatore sin dalla data di stipula del contratto (anche per l’immobile in corso di costruzione)
  • il coniuge assegnatario della casa coniugale in seguito a provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio (quindi il coniuge non assegnatario, da quando perde il diritto a utilizzare l’immobile, non deve versare)

Immobili interessati

L’IMU è dovuta in relazione agli immobili posseduti sul territorio di ciascun Comune, con esclusione dell’abitazione principale e delle relative pertinenze.

Un breve esempio:

Dati Abitazione tenuta a disposizione posseduta al 100% per l’intero anno da un solo proprietario•Rendita catastale dell’abitazione = € 750,00•Rendita catastale rivalutata del 5% = € 787,50•Moltiplicatore = 160•Aliquota 2022 pari all’aliquota di base = 0,86% *
Calcoli 
Base imponibile: € 787,50 x 160AliquotaPercentuale di possessoMesi di possessoIMU annua

€ 126.0000,86%100/10012/12€ 1.083,60
Acconto entro 16/06/2023 IMU dovuta in acconto (€ 1.083,60 x 50%)
 € 542,00 

* le aliquote devono essere verificate in base alle delibere di ciascun comune

Vuoi approfondire?

Altri Articoli recenti

La gestione dei processi aziendali

In azienda la gestione dei processi è un elemento di fondamentale importanza per la crescita dell’organizzazione. La connessione di tutti i passaggi necessari alla creazione

CONTINUA