Il tuo business funziona? Ti spiego perché devi monitorare gli adeguati assetti

Perché gli adeguati assetti in un’azienda di successo?

Il rispetto degli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili è fondamentale e importante soprattutto per le aziende sane. La conferma arriva proprio da una Sentenza del Tribunale di Cagliari – n. 188/2021.

Sentenza n. 188/2021 Tribunale di Cagliari

Gli amministratori di un’azienda in bonis vengono denunciati dai componenti del Collegio Sindacale per gravi irregolarità e inadempienze nell’organizzazione e gestione della società.

Dopo un’accurata analisi sulla gestione dell’azienda, i Giudici condannano gli amministratori evidenziando la mancata adozione degli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili così come indicati dall’art. 2086 c.c.

L’opinione dei Giudici

Nella Sentenza in oggetto la Commissione esprime la necessità di un adeguato assetto organizzativo in questi termini:

  • “…. la violazione dell’obbligazione”….”è più grave quando la società non si trova in crisi, anche perché”…”ha le risorse anche economiche per predisporre con efficacia le misure organizzative, contabili e amministrative”…
  • “….gli adeguati assetti sono funzionali proprio ad evitare che l’impresa scivoli inconsapevolmente in una situazione di crisi o di perdita della continuità, consentendo all’organo amministrativo di percepire tempestivamente i segnali che preannunciano la crisi, consentendogli in tal modo di assumere le iniziative opportune”…..

Entrando nel merito delle carenze riscontrate, i Giudici ne hanno fornito una lista specifica:

Assetto organizzativo:

– “organigramma non aggiornato e difetta dei suoi elementi essenziali”;

– “assenza di un mansionario”;

– “inadeguata progettazione della struttura organizzativa e polarizzazione in capo a una o poche risorse umane di informazioni vitali per l’ordinaria gestione dell’impresa (ufficio amministrativo)”;

– “assenza di un sistema di gestione e monitoraggio dei principali rischi aziendali.”

Assetto amministrativo:

– “mancata redazione di un budget di tesoreria”;

– “mancata redazione di strumenti di natura previsionale”;

– “mancata redazione di una situazione finanziaria giornaliera”;

– “assenza di strumenti di reporting”;

– “mancata redazione di un piano industriale.”

Assetto contabile:

– “la contabilità generale non consente di rispettare i termini per la formazione del progetto di bilancio e per garantire l’informativa ai sindaci”;

– “assenza di una procedura formalizzata di gestione e monitoraggio dei crediti da incassare”;

– “analisi di bilancio unicamente finalizzata alla redazione della relazione sulla gestione”;

– “mancata redazione del rendiconto finanziario.”

Perché gli adeguati assetti?

La condanna degli amministratori, fondata sulla mancata adozione di assetti organizzativi ai sensi dell’art. 2082 del c.c. secondo comma, evidenzia quanto sia fondamentale per l’azienda utilizzare uno strumento di “early warning basato su parametri quantitativi ma soprattutto qualitativi. In questo modo gli amministratori sono in grado di:

·        monitorare l’andamento e garantire la continuità aziendale;

·        prevedere una possibile crisi aziendale;

·        utilizzare strumenti “forward looking”;

·        mettere in atto manovre di correzione in ragione degli obiettivi prefissati.

Grazie alla Balanced Scorecard tutto questo è possibile. Il monitoraggio continuo delle quattro aree che compongono l’azienda è la modalità più efficace per raggiungere gli obiettivi, per rispettare le norme e per essere un’azienda fiorente, competitiva e concorrenziale.

Vuoi approfondire?

Altri Articoli recenti

Il concordato preventivo biennale

La recente riforma fiscale, con il D.Lgs. 2024, punta alla semplificazione degli adempimenti fiscali e alla collaborazione spontanea tra fisco e contribuente. Una delle novità

CONTINUA